magento-vs-shopify

 

Magento o Shopify: qual è la piattaforma di e-commerce migliore?

Per chi sceglie di aprire un negozio online, sono moltissime le opzioni tra cui orientarsi una volta che si hanno chiari i limiti di budget e di competenze tecniche. Non esiste una piattaforma migliore in assoluto, ma ne esiste una in grado di rispondere meglio alle nostre esigenze. All'interno del nostro articolo di approfondimento, andremo ad elencare alcuni dei fattori da prendere in considerazione, che possono orientare significativamente la scelta di una piattaforma piuttosto che un'altra, come ad esempio la disponibilità di supporto e un'ampia community in grado di offrire confronto su alcuni punti poco chiari. Prenderemo in esame le potenzialità offerte da due delle maggiori piattaforme disponibili ad oggi sul mercato: faremo quindi una comparazione tra Magento e Shopify, andando in profondità sulle singole funzionalità offerte e capendo quale tipo di utenza possono arrivare a soddisfare. Entrambe permettono di ripondere a esigenze molto specifiche: dopo aver esplorato le singole caratteristiche, saremo in grado di operare una scelta che tiene conto degli aspetti fondamentali.

Magento: personalizzazione e moltissime funzionalità

Tra le due piattaforme che prenderemo in esame, Magento è sicuramente quella che maggiormente viene associata ai brand di lusso e ai top player del mercato dell'e-commerce, in quanto questa piattaforma comporta una spesa notevole in termini di implementazione e solo aziende che dispongono di una notevole capacità di spesa possono permettersi di implementarla. Fondata ormai dieci anni fa, nel 2008, dall'azienda Varian, Magento ha conosciuto negli anni una crescita sempre più stabile, fino a posizionarsi come la realtà più solida del mercato. Vediamo perché andando a scoprire i vantaggi che sono stati tanto apprezzati dagli utenti nel corso della sua recente storia.

Prima di tutto, Magento offre un altissimo livello di personalizzazione. Infatti, è la piattaforma pensata per rispondere alle più svariate esigenze di e-commerce, offrendo funzionalità che si adattano perfettamente alle necessità del singolo cliente. Dal punto di vista tecnico, Magento si è guadagnata negli anni un'ottima reputazione ed è proprio l'ampia possibilità di "customizzare" il percorso dell'utente che ha reso questa piattaforma così popolare, in quanto permette davvero di soddisfare ogni esigenza. 

Ciò ovviamente comporta anche un lato negativo: per poter garantire questo livello di personalizzazione, la piattaforma ha bisogno di essere gestita e implementata da risorse dotate di forte competenza tecnica, soprattutto se si utilizza la versione "free".

Magento: quale versione scegliere?

Sono disponibili due versioni di Magento: una versione Community e una versione Enterprise. La versione Community è un open source completamente gratuito che offre un enorme supporto da parte della community di riferimento. La versione Enterprise invece è perfetta per le grandi aziende in quanto include un supporto tecnico da parte dello staff di Magento davvero ottimale, moltissime funzionalità e centinaia di estensioni disponibili per gli sviluppatori. L'unico neo di questa versione pressoché perfetta è ovviamente il prezzo: il costo per una licenza Magento ammonta all'anno a 15 mila euro. Una simile cifra risulta nell'ovvio autoescludersi dal potenziale bacino di utenza di questa piattaforma di tutti quei piccoli o medi business che non possono stanziare questo tipo di budget. 
Ciò nonostante, se si prevede una forte crescita del proprio business, Magento è la piattaforma ideale: essa è infatti altamente scalabile e si adatta quindi perfettamente ad ogni fase della vita aziendale. Inoltre, sono disponibili delle demo completamente free oppire un grande percorso di formazione per tutti coloro che scelgono la versione Enterprise.

Shopify: la più antica e robusta

Shopify è la piattaforma nata per vendere originariamente attrezzature da snowboard. Essa infatti è stata fondata nel 2006 da tre giovani pionieri del mondo dell'e-commerce: Tobia Lütke, Scott Lake e Daniel Weinand. Oggi Shopify conta oltre 500 dipendenti e circa 200 mila utenti attivi in tutto il mondo. Il fatto che sia attiva da molto ha permesso a Shopify di divenire la piattaforma con la reputazione più "robusta". Inoltre, Shopify presenta pochissime "barriere" tecniche all'ingresso, offrendo al contempo moltissime funzionalità, un aspetto che la rende la piattaforma di riferimento per moltissimi piccoli e grandi retailer. Tra i vantaggi principali che hanno contribuito al suo successo a livello globale vanno certamente annoverati la facilità di installazione e utilizzo (che non richiedono competenze tecniche) e il supporto offerto 24 ore su 24 per telefono, via email oppure tramite live chat. Negli anni si è arricchita di oltre 100 template gratuiti e pagamento, completamente mobile-friendly. Infine, essa offre un periodo di due settimane di free trial, permettendo così di valutare se la piattaforma fa al caso nostro senza impegno.

Tra i lati negativi, invece, troviamo il fatto che non è una piattaforma open source, il che comporta tempi più lenti di risoluzione bug in virtù dell'assenza della community. Essendo un servizio su abbonamento, i prezzi variano dai 9 ai 179 dollari al mese e il piano "Lite", quello più economico, non permette di creare uno store online. Inoltre, i pagamenti di terze parti incorrono in forti costi per portare a termine la transazione.