Alessandra Scortegagna

Alessandra Scortegagna

Quanto tempo ci vuole per vedere i risultati della SEO?

Tempo di lettura: 8 minuti

Immediato e istantaneo sono termini comuni del mondo digitale di oggi; tuttavia, quando si tratta di SEO, la tempistica per i risultati è più a lungo termine.

I motori di ricerca considerano una quantità elevata di variabili quando classificano i siti web e il comportamento di ricerca cambia costantemente, il che rende quasi impossibile determinare esattamente quando un sito web dovrebbe iniziare a vedere i risultati.

La SEO richiede un’incredibile quantità di lavoro, quindi la speranza di vedere rapidamente cambiamenti positivi è comprensibile. Potrebbe essere difficile capire che un lasso di tempo realistico per iniziare a vedere i risultati è compreso tra 4-12 mesi, ma la buona notizia è che la seo porterà a una crescita sostenibile.

Un periodo di tempo esatto in cui un sito web dovrebbe iniziare a vedere i risultati, quindi, non può essere determinato con precisione, ma possiamo fare un’ipotesi plausibile osservando una tipica campagna SEO mese per mese.

Inizio di una strategia seo

L’inizio di una strategia SEO consiste nella pianificazione e nella ricerca. Per avere un’idea di quali componenti funzionano attualmente e cosa necessita di miglioramento, un audit SEO del tuo sito web è il primo passo.

Quali sono i fattori che possono influenzare la  tua strategia SEO?

  • L’età e l’autorità di un sito web
  • Il suo profilo di backlink
  • Errori, problemi di hosting e sanzioni
  • Design, struttura e architettura ottimizzati per la SEO
  • Parole chiave e concorrenti
  • Strategia di contenuto
  • Strategie SEO on-page e off-page

Autorità ed età di un sito web

L’età del dominio non è un fattore di ranking SEO considerevole, ma gli attributi associati alla durata del tuo sito web lo sono.

Questo perché i siti web più vecchi tendono ad avere più backlink, rendendo il sito web più affidabile per i motori di ricerca.

I link si verificheranno naturalmente nel tempo se produci contenuti solidi e li promuovi bene, il che spesso significa che più vecchio e autorevole è il tuo dominio, più backlink genererà ogni anno che passa.

Ma non sono solo i backlinks a fare la differenza: i domini più vecchi tendono ad avere più contenuti e probabilmente guadagnano più clic solo con il Brand.

Costruire collegamenti

La link building è una sfida che richiede molto tempo. Tuttavia, è un componente essenziale dell’algoritmo di Google.

Evita tutte le tattiche black hat durante la creazione di link, poiché una penalità di Google è un errore costoso da correggere. Il modo migliore per creare collegamenti è sviluppare regolarmente contenuti di qualità e accattivanti.

Utilizza il social media marketing per promuovere in modo incrociato i contenuti e incoraggiare il coinvolgimento del pubblico. Per sfruttare al massimo il tuo tempo e i tuoi sforzi, cerca ulteriori modi per riutilizzare il contenuto in frammenti e post più brevi, che ti daranno più tempo per concentrarti su altre aree e aumentare ulteriormente il tuo successo SEO.

E’ necessario concentrarsi non solo sul numero di collegamenti, ma sulla qualità di tali collegamenti. Collegamenti da siti poco raccomandabili e di bassa qualità faranno più male che bene e ostacoleranno i tuoi sforzi di ottimizzazione.

Il modo legittimo per stabilire un profilo di backlink richiede tempo e impegno prima di iniziare a vedere i risultati.

3. Errori, problemi di hosting e sanzioni

Considera la possibilità di riparare eventuali danni già fatti. Errori SEO , hosting di siti Web inaffidabili e sanzioni di Google richiedono tempi di recupero più lunghi.

A seconda del numero di errori 404, collegamenti interrotti, reindirizzamenti 301 e ottimizzazione incoerente, la risoluzione di questi errori può mostrare risultati positivi in ​​appena due settimane.

Tuttavia, tieni presente che Google non indicizza tutte le modifiche contemporaneamente. Potresti notare un rapido aumento in alcuni aspetti, ma non in tutti.

Tieni presente che quando aggiorni o apporti modifiche a qualsiasi pagina, devi fare affidamento su Google per trovare tali modifiche e ripetere la scansione della pagina. Ciò non avviene dall’oggi al domani e, a volte, sono necessarie alcune ricerche per indicizzazione per la registrazione delle modifiche.

Altri problemi SEO comuni includono la risoluzione dei problemi di scansione e robots.txt, sitemaps, .htaccess, file web.config e altri componenti dell’architettura e della struttura di collegamento del tuo sito web.

Il più delle volte, inizierai a vedere i risultati abbastanza rapidamente dopo aver risolto i problemi, ma non sempre.

Ad esempio, se hai aggiornato alcuni link su una Sitemap, potresti vedere i risultati entro una settimana; tuttavia, se hai aggiornato numerosi link, potrebbero essere necessarie alcune settimane. I siti più vecchi tendono ad aggiornarsi più velocemente, soprattutto quando ci sono più link in entrata rispetto ai siti più recenti con meno link.

4. Design, struttura e architettura ottimizzati per la SEO

Una componente importante del traffico e del posizionamento del sito Web coinvolge anche il design del sito, il  sistema CMS e la struttura dell’URL .

Se non vengono gestiti correttamente, questi fattori possono ridurre il ranking della pagina. Vuoi assicurarti che l’architettura del tuo sito e la struttura dell’URL supportino la corretta ottimizzazione per un posizionamento elevato.

La scelta del responsive design corretto per l’ottimizzazione dei dispositivi mobili è fondamentale, poiché più della metà delle ricerche su Internet proviene da dispositivi mobili. Inoltre, oltre il >90% degli utenti Internet afferma di utilizzare numerosi schermi dei dispositivi. Avendo un design reattivo, ti assicurerai che il tuo sito web funzioni correttamente su tutti i dispositivi.

Google sta passando al mobile-first, il che significa che eseguirà prima la scansione delle pagine per dispositivi mobili quando determinerà l’indicizzazione e il ranking. Se hai una scarsa esperienza mobile, molto probabilmente si tradurrà nella tua posizione nelle SERP.

Prenditi il ​​tempo necessario per eseguire il tuo sito attraverso il test di ottimizzazione mobile di Google e chiedi l’aiuto di uno sviluppatore per rendere più rapida la tua presenza mobile.

Dovrai anche considerare altre aree che richiedono modifiche, come file CSS e Javascript di grandi dimensioni, che sono collegati a file esterni. Ciò include anche la scelta del CMS giusto che sia adatto ai motori di ricerca e che offra funzionalità SEO estese.

Una volta che tutti questi problemi sono stati risolti e il tuo sito è strutturalmente solido, noterai un lento ma costante aumento del ranking.

5. Targeting per parole chiave e analisi della concorrenza

Puoi imparare molto analizzando i tuoi concorrenti , soprattutto se dominano i risultati della ricerca.

Puoi apprendere informazioni preziose per la tua strategia SEO come parole chiave, modelli e nuove pratiche da provare.

Analizzare i tuoi concorrenti ti aiuterà anche ad individuare parole chiave migliori relative al tuo settore.

Questo processo richiede tempo, ma la buona notizia è che consente anche di risparmiare un po ‘di tempo a lungo termine. Emulare i tuoi concorrenti ti dà un’idea di strategie reali che ottengono risultati comprovati, il che significa che non stai partendo da zero.

Fortunatamente, ci sono molti strumenti che possono aiutarti a valutare e analizzare i tuoi concorrenti, come SEMRush .

A meno che non ti trovi in ​​una nicchia incredibilmente specifica, è più che probabile che dovrai affrontare una massiccia concorrenza nelle SERP.

Pensa a un veterinario locale o allo studio di un dentista. Probabilmente ce ne sono centinaia per città, ciascuna con un sito Web che cerca di classificarsi. Il problema è che solo dieci di questi siti si posizioneranno nella prima pagina di Google.

Poiché la concorrenza è così agguerrita, probabilmente ci vorrà più tempo per vedere i risultati SEO.

D’altra parte, se vendi camicie realizzate con lattine riciclate, hai una buona possibilità di ottenere un punteggio elevato basato solo sulla mancanza di concorrenza.

Devi sempre tenere conto del livello di concorrenza e della domanda che circonda il tuo prodotto o settore.

6. Strategia per i contenuti

Sappiamo tutti che la qualità dei contenuti regna sovrana nella produzione di risultati SEO; pertanto, è necessario dedicare molto tempo alla creazione di una strategia per i contenuti e all’implementazione efficace.

Se il tuo sito web non include contenuti pertinenti e autorevoli, dovrai correggere il tiro e definire una strategia per creare e pubblicare contenuti aggiuntivi.

Durante la creazione dei contenuti, dovrai anche considerare i fattori di ranking che Google utilizza durante la valutazione delle pagine. Ciò significa che una conoscenza approfondita delle sue linee guida , la conoscenza dei suoi aggiornamenti degli algoritmi e la dedizione a rimanere aggiornati su eventuali nuovi aggiornamenti o sviluppi sono fondamentali per una strategia di successo.

Questa non è una soluzione immediata e ci vorranno mesi per vedere i risultati completi, ma avranno un impatto a lungo termine.

7. SEO on-page e off-page

Se speri di vedere alcuni risultati veramente sostenibili un po ‘più velocemente, controlla la tua ottimizzazione sulla pagina.

Modificando i meta tag , l’intestazione, il testo di ancoraggio, il titolo, le descrizioni e i tag alt, vedrai spesso i risultati entro pochi giorni.

Fallo rapidamente e potresti ridurre il tempo necessario per produrre risultati dalla SEO.

La creazione della tua ottimizzazione off-page richiede un po ‘più di tempo, poiché dovrai collegarti a siti Web autorevoli. Considera i commenti sui blog, le directory e le citazioni di fascia alta, il guest blogging e la condivisione sui social media per promuovere la tua ottimizzazione off-page.

Una revisione delle seguenti aree fornisce informazioni utili su quali elementi del tuo sito richiedono maggiore attenzione, ad esempio:

  • Contenuto
  • Struttura del sito
  • Velocità del sito
  • Codice
  • Esperienza utente

Oltre all’audit, le fasi iniziali della SEO vengono utilizzate per comprendere appieno il tuo settore e come creare una strategia che consideri tendenze, concorrenti e comportamenti di ricerca.

Queste informazioni  influenzeranno la ricerca e la pianificazione delle parole chiave perché il tuo sito web avrà bisogno di contenuti di supporto per qualsiasi parola chiave che desideri venga mostrata durante una query di ricerca.

Primi passi

Il prossimo passo è dare la priorità agli elementi di azione che aiuteranno a far progredire il lavoro necessario per raggiungere i tuoi obiettivi SEO.

3-5 mesi

Intorno al terzo mese, il lavoro sul sito web dovrebbe iniziare e procedere secondo il programma predeterminato. Uno dei compiti più grandi di una campagna SEO è lo sviluppo di contenuti basato sull’elenco delle parole chiave di destinazione.

Scrivere contenuti accattivanti, unici e di valore per ogni pagina di un sito Web può richiedere tempo e, poiché il contenuto è un elemento così cruciale delle prestazioni SEO, dovrebbe essere avviato il prima possibile.

Leggi anche l’articolo su come ottimizzare il posizionamento del tuo sito

Intorno al periodo di 4-5 mesi è quando dovrebbero iniziare a essere notati miglioramenti sottili. Le classifiche dotrebbero iniziare a migliorare, il traffico organico mostra una crescita positiva costante. Non è un fatto certo, non ci sono solo un numero considerevole di fattori che giocano nella SEO, ma anche la competitività del tuo settore potrebbe ritardare il progresso.

6+ mesi

Questo è in genere il tempo necessario per vedere risultati.

Certo, il ranking in prima pagina è l’obiettivo finale, ma la SEO si concentra su altri risultati che accompagnano obiettivi di business più ampi come:

● Aumentare la quantità di traffico naturale verso il sito.
● Migliorare la qualità dei lead.
● Generare più conversioni, come telefonate o download.
● Espandere la visibilità complessiva del tuo sito web sui motori di ricerca.
● Creare un’esperienza utente positiva.

Ricorda, la SEO non è un’attività a breve termine e il lavoro non è mai finito. Gli algoritmi dei motori di ricerca sono in continua evoluzione per allinearsi al meglio con il comportamento dei consumatori, il che significa che non sarà mai possibile garantire un periodo di tempo per sperimentare i risultati.

Il tutto dipende anche da quanto tempo esiste il tuo sito web, quanta SEO è stato fatto in precedenza, quanti contenuti sono presenti, i collegamenti e molti altri fattori SEO.
Non esistono due siti Web che iniziano dallo stesso punto, anche se fanno parte dello stesso settore e competono per gli stessi clienti.

Inoltre la SEO oggi è sempre più guidata dalla ricerca basata su un linguaggio naturale, cioè da persone che fanno ricerche che sono più simili a normali domande che a due o tre parole chiave. Questo accade perché le persone utilizzano strumenti come Siri e Google Now per pronunciare le loro ricerche, invece di digitarle. Inoltre le persone includono più dettagli nelle loro ricerche digitate mentre cercano di trovare ciò che stanno cercando più velocemente.

Queste parole chiave sono molto più facili da classificare, perché non sono così competitive. Sono molto più rilevanti perché includono più dettagli e quindi il traffico proveniente da queste parole chiave viene convertito a una velocità maggiore.

Il ranking è importante. Ma non è la metrica su cui dovresti concentrarti. Se, chiedendo “Quanto tempo impiega la SEO per iniziare a funzionare?” intendi “Quanto tempo ci vorrà prima di ottenere i primi posti?” allora stai sbagliando domanda .
La domanda giusta è :”Quanto tempo ci vorrà perché il SEO inizi a generare lead e vendite“?
Ottenere una posizione in prima pagina è inutile a meno che la cosa non generi lead o vendite.

Fonte: https://www.anvilmediainc.com/blog/how-long-does-it-take-to-see-the-results-of-seo/

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Hai bisogno di un preventivo per i nostri servizi?

Contattaci

Hai trovato interessante questo articolo? Se si condividi ed iscriviti alla nostra newsletter!