Alessandra Scortegagna

Alessandra Scortegagna

Perchè utilizzare il dropshipping per il tuo ecommerce

Perché utilizzare il dropshipping per il tuo ecommerce

Sommario

Tempo di lettura: 3 minuti

Gli ecommerce rappresentano, senza ombra di dubbio, la nuova frontiera del commercio. Sempre più venditori scelgono di affidarsi a questo tipo di commercio che può essere molto redditizio. Sempre più spesso i venditori scelgono di avvalersi del dropshipping; cerchiamo di capire, nel dettaglio, di che cosa si tratta e perché conviene usare questa strategia.

Che cos’è il dropshipping

Stiamo parlando di una forma di vendita che consente ad un venditore di mettere a disposizione del cliente prodotti che non sono presenti a livello fisico in magazzino.

Il funzionamento di questa tecnica è molto semplice: il venditore, infatti, inserisce nel proprio shop online alcuni prodotti per conto del produttore.

Nel momento in cui il cliente effettua l’ordine del prodotto questo verrà spedito direttamente dalla casa produttrice. Il venditore, quindi, è solo un tramite tra produttore e cliente, non possiede un magazzino fisico e soprattutto non deve acquistare preventivamente la merce che mette in vendita.

Dal punto di vista del produttore, questo fa affidamento sulle abilità del rivenditore, affidandogli, di fatto la parte attiva di una vendita, ossia il rapporto diretto con il cliente.

Quali sono i reali vantaggi del dropshipping

L’imprenditore è, indubbiamente, la figura che trae il maggior vantaggio da questo nuovo metodo, soprattutto se si tratta di un’attività nuova e con un basso capitale a disposizione.

Non prevedendo l’acquisto di merce da stoccare in magazzino, infatti, il risparmio per il titolare del’ecommerce è evidente. Uno dei numerosi vantaggi di questo metodo è da ricercare nel netto risparmio per il venditore il quale potrà mettere in vendita una gamma molto ampia di prodotti senza l’onere dell’acquisto e dello stoccaggio, acquistando di fatto solo ed esclusivamente i prodotti realmente venduti. Questo modello di business si articola su tre fronti principali: il rivenditore, il fornitore e il cliente finale.

Il rivenditore

E’ la figura che, di fatto, ha in mano la gestione del negozio online e di conseguenza il compito di procacciarsi clienti.

Nel momento in cui l’ordine viene effettuato, quindi, il venditore dovrà contattare il grossista e comunicargli gli estremi per la spedizione; sarà infatti, il produttore che si occuperà di spedire la merce direttamente al cliente.

Il venditore, quindi, non entra mai in contatto diretto con i prodotti che mette in vendita.

Il margine di guadagno di questa figura è la differenza tra la cifra richiesta dal produttore (che viene addebitata al venditore) ed il prezzo finale a cui il venditore stesso mette in vendita il prodotto.

Il fornitore

E’ colui che, disponendo della merce messa in vendita dal venditore, si occupa di spedirla direttamente al cliente finale. Il pacco che il cliente finale riceve presenta, nella stragrande maggioranza dei casi, il marchio o gli estremi dell’ecommerce. Sono a carico del grossista tutte le formalità relative alla spedizione, dall’imballaggio alla spedizione.

Il cliente

L’unico contatto diretto che ha il cliente finale è quello con il venditore, al quale ordina il prodotto da acquistare.

Il cliente non può sapere se l’ecommerce al quale si rivolge si avvale del dropshipping o meno e, soprattutto, non conosce i dati del grossista che materialmente spedirà il pacco.

Come utilizzare al meglio il dropshipping

Trovare fornitori seri ed affidabili, che mettano a disposizione del cliente merce di qualità e che rispetti la legge è il primo passo da compiere per chiunque voglia addentrarsi in questo tipo di commercio. Non sempre è semplice trovare grossisti disposti ad intraprendere questo tipo di collaborazione, scoraggiati, alcune volte dal fatto di non poter contare sulla vendita di grandi quantità di prodotti.

Nonostante la diffidenza di alcuni, comunque, il crescente successo della vendita tramite ecommerce sta rendendo i grossisti molto più propositivi in questo senso; basterà quindi avere la pazienza e la costanza iniziale di cercare con cura i grossisti giusti con i quali instaurare questo genere di collaborazione. Sempre più spesso, infatti, i produttori scelgono questo tipo di soluzione facendo affidamento sulle doti di persuasione del venditore stesso.

Il dropshipping, in conclusione, sembra una soluzione conveniente e di facile attuazione, a patto che, comunque il venditore conosca con esattezza e precisione il prodotto che mette in vendita, essendo di fatto l’unico contatto che il cliente conosce e al quale si affida. Quello tra venditore e grossista, quindi, deve necessariamente essere un rapporto basato sulla fiducia reciproca e sulla convenienza biunivoca. Le abilità del venditore vengono messe al servizio del fornitore, il quale, a sua volta, potrà guadagnare in modo diretto sulla merce venduta.

Condividi se ti è piaciuto questo contenuto

Hai trovato interessante questo articolo? Se si condividi ed iscriviti alla nostra newsletter!

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Autore