marketplace-moda 

I marketplace sono mercati online dove i venditori sponsorizzano la loro merce. Stiamo parlando di una piazza virtuale in grado di far incontrare la domanda e l'offerta, sia per beni che per servizi. Esistono diverse tipologie di marketplace, alcuni monoprodotto o settore, altri dove si può trovare di tutto. In questo articolo ci occuperemo di capire quali sono e come funzionano nello specifico quelli di moda.

Marketplace: che cos'è?

Come anticipato, i marketplace sono dei siti web in grado di raggruppare più operatori che sponsorizzano e di conseguenza vendono i loro prodotti. Grazie a questo sistema, utenti che con il loro semplice shop online passerebbero inosservati nell'oceano del web, hanno la possibilità di avere una visibilità maggiore, un bacino d'utenza maggiore e costi di marketing più ridotti. Ma non sono solamente i venditori a trarre dei vantaggi dal marketplace, ma anche i clienti, perché con pochi clic possono trovare in un istante una quantità di prodotti inimmaginabile, al fine di trovare la miglior offerta su quel determinato prodotto.

Marketplace di moda: come funzionano?

I marketplace di moda possono essere considerati come verticali, ovvero dove si può trovare una sola tipologia di articolo o servizio. In altre parole il cliente sa già quale sarà il settore merceologico a cui fare riferimento nel momento in cui visita il sito.

I marketplace in questione sono numerosi, ma prima di capire in quale avventurarsi, è opportuno stabilire alcuni dettagli, ad esempio il target di riferimento a cui il venditore intende rivolgersi e in quale luogo si vuole sviluppare il business (Italia, Europa, resto del mondo).

Anche il fatto che l'operatore possa essere una startup, un fashion designer o un brand già affermato sicuramente può fare la differenza. Una strategia corretta per un'attività commerciale, è quella di sviluppare un proprio ecommerce ed usare il marketplace come una sorta di vetrina. Attraverso tale vetrina si "cattura" il cliente, per poi portarlo con il tempo ad acquistare sullo shop online di proprietà.

Marketplace di moda: quali sono?

Una volta chiarito cos'è un marketplace ed il suo funzionamento, ora rimane da capire quali sono quelli dedicati esclusivamente al mondo della moda, fermo restando che un elenco completo è impossibile dal momento che il numero in Italia è in costante aumento.
  • Zalando: Nato nel 2008 da una geniali intuizione di due giovani tedeschi, il marketplace comincia la sua attività nell'anno seguente. Inizialmente sul sito era possibile reperire solamente scarpe, ma con il tempo Zalando è diventato di fatto uno dei più grandi ed affermati store nel mondo della moda, quindi dell'abbigliamento in genere. Il meccanismo alla base della partnership con il marketplace è basato semplicemente su un sistema di commissioni, con percentuali piuttosto contenute.
  • Privalia: Il portale è davvero molto gettonato per un motivo tanto semplice quanto efficace, ovvero che le vendite cominciano di prima mattina e i prodotti includono tutto il mondo della moda uomo e donna e bambino, accessori inclusi. Gli articoli sono proposti a prezzi scontati, e per un periodo di tempo limitato. In altre parole, il cliente che arriva prima, meglio alloggia. Massima flessibilità anche nei metodi di pagamento, quindi con Paypal, carta di credito e prepagate.
  • Yoox: Il portale non è certo una novità nel mondo della moda online, dal momento che l'idea risale a ben vent'anni fa, nell'anno 2000. Sul marketplace è possibile sia acquistare che vendere e può essere considerato come un vero e proprio outlet, riservato però solamente ad alcuni operatori. È opportuno precisare che non tutti possono sponsorizzare i loro articoli, ma solamente 100 marchi considerati top. Esiste difatti una vera e propria selezione solamente dei più prestigiosi brand. Tra gli articoli proposti possiamo trovare ovviamente capi di abbigliamento, calzature e accessori. Con Yoox si ha la possibilità di trovare capi da show-room di qualità altissima ma offerti a prezzi scontati, il tutto con la garanzia di pagamenti sicuri, consegne veloci ed eventualmente di restituire quanto acquistato senza che si debba fornire una spiegazione del motivo.

In conclusione: i vantaggi dei marketplace

Come anticipato, grazie ai marketplace viene offerta ai venditori la possibilità di una vetrina ben strutturata e potenzialmente aperta ad un numero pressoché infinito di clienti. Quelli elencati sono solamente alcuni dei moltissimi disponibili sul web. I vantaggi, soprattutto in una fase iniziale dell'attività, sono quindi di natura economica. Anche se sono presenti delle commissioni di vendita variabili sulla base del portale prescelto infatti, è altrettanto vero che queste verranno pagate solamente sul prodotto effettivamente venduto. Alcuni marketplace richiedono oltre alle commissioni anche un costo per l'abbonamento, ma nonostante ciò, il costo sostenuto rimane comunque concorrenziale ad altre forme di sponsorizzazione.