Alessandra Scortegagna

Alessandra Scortegagna

L’Inbound Marketing: di che cosa si tratta?

L'inbound marketing: di che cosa si tratta?

Sommario

Tempo di lettura: 3 minuti

Le principali caratteristiche dell’Inbound Marketing

L’Inbound Marketing ha cominciato a diffondersi nel 2006 ed è diventato fin da subito uno strumento interessante per fare business online. L’idea principale consiste nella realizzazione di contenuti di qualità con lo scopo di condividerli, attirare l’attenzione delle persone verso i propri prodotti e/o servizi, coinvolgere la clientela e cercare nuovi clienti potenziali. Si cerca quindi di creare contenuti in grado di soddisfare l’interesse dei propri clienti in base alle loro esigenze e alle loro richieste. Esso include l’utilizzo di una serie di strategie e di strumenti che sono tipici del web marketing: il sito web, il blog, il SEO, l’Adwords e i Social Media. Lo scopo primario è portare gli utenti a visitare il sito web, svolgere una loro segmentazione considerando le interazioni con i contenuti presenti nel sito, nelle newsletter e nei social media, e successivamente farli diventare propri clienti con la possibilità di incrementare il profitto dell’azienda. I principi basilari su cui si fonda l’Inbound Marketing sono il contesto e il contenuto. Il primo si riferisce all’individuazione dei contenuti che possono risultare più interessanti dal punto di vista degli utenti e successivamente alla definizione di una strategia personalizzata, basata su promozioni e messaggi, che vengono pubblicati nel sito o nel blog. Il secondo concetto fa riferimento all’uso dei social network, i quali contribuiscono all’incremento di una maggiore visibilità e alla creazione di contenuti online che possono essere ricercati dai visitatori. Si dovrebbero considerare alcuni passaggi essenziali, come attirare il traffico, seguire il blog, mantenerlo aggiornato e stabilire le parole chiavi più adatte; convertire il traffico in leads creando landing e un contenuto di un certo livello; concludere, cioè creare contenuti appositi per le lead in quanto si possiedono tutte le informazioni per poter realizzare campagne DEM e definire la programmazione del loro invio; fidelizzare, aspetto che indica l’instaurazione di una relazione stabile con i propri clienti, che deve essere consolidata e garantita attraverso lo svolgimento di attività, come l’organizzazione di eventi. Tutti questi passaggi devono essere seguiti e svolti con particolare attenzione, e in base a ognuno di essi è possibile individuare gli strumenti e definire le strategie migliori per conservare la propria clientela e attrarre nuovi potenziali visitatori.

Quali sono le differenze tra l’Inbound Marketing e l’Outbound Marketing?

L’Inbound Marketing si differenzia dal cosiddetto Outbound Marketing, il quale rappresenta un metodo di marketing in cui si realizza una conversazione a senso unico con l’utente, con l’obiettivo di inviare e far arrivare il messaggio a un elevato numero di persone; tutto ciò per fare in modo che il proprio messaggio venga ricordato e per cercare di attirare soggetti che potrebbero diventare nuovi clienti. Utilizza gli strumenti tradizionali per diffondere la propria comunicazione: gli spazi sui giornali, i passaggi in radio e gli spot in TV, i volantini che includono pubblicità e l’email marketing. Per questo motivo, l’Outbound Marketing viene definito con l’espressione “marketing tradizionale”. A differenza di quest’ultimo, l’Inbound Marketing adotta metodi come la promozione e la presenza sui social network, la formazione e i blog. Un aspetto essenziale per poter far conoscere l’immagine della propria azienda e per mettere in pratica una corretta comunicazione verso i propri clienti è la presenza online dell’azienda, dei suoi principi, dei prodotti e/o servizi che offre. E’ fondamentale creare contenuti ed articoli legati ai prodotti all’interno di strumenti come i social media, tra cui si possono citare Facebook e LinkedIn; gli argomenti devono essere interessanti e fornire informazioni utili per i visitatori. Infine, l’Inbound Marketing rappresenta una forma di comunicazione diretta con il consumatore grazie all’utilizzo del sito web o dei social media, in quanto attraverso questi strumenti è possibile interagire, scambiare opinioni, rispondere a commenti o richieste specifiche relative alla propria attività aziendale, aspetto che permette di dimostrare interesse nei confronti dei propri clienti e di nuovi possibili utenti.

Condividi se ti è piaciuto questo contenuto

Hai trovato interessante questo articolo? Se si condividi ed iscriviti alla nostra newsletter!

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Autore