web-marketing-tendenze

 

Un nuovo anno è iniziato e con esso è tempo di capire quali direzioni prendere: andiamo alla scoperta di alcuni trend che stanno attualmente influenzando lo scenario del marketing e della comunicazione digitale e che avranno un impatto significativo sull’approccio a queste attività da parte di aziende pubbliche e private. 


La tecnologia sempre più al servizio dell'uomo


L’umanizzazione dei contenuti attraverso l’automatizzazione dei processi è il macrotrend che si può ritrovare al centro praticamente di ogni tendenza che andrà a delineare il marketing nei prossimi anni. L’approccio human-centered è il fattore comune alla base di molti dei trend del marketing e della comunicazione digitale. Questo approccio mette l’essere umano al centro, impiegando e affinando la tecnologia per arrivare a livelli di personalizzazione del messaggio (social advertising, customer care bot, email marketing automation, retargeting) nei modi e nei tempi che risultano più consoni al giorno d’oggi (snap contents, live videos). 
Quali saranno gli avanzamenti tecnologici e i temi cruciali da tenere d'occhio per le scelte strategiche delle aziende nel 2018 e negli anni a venire? 
Se le nuove tecnologie rivestono al solito un ruolo molto importante negli scenari futuri, ciò che emerge chiaramente è che sempre più è il cliente, quindi l'essere umano al centro delle strategie. Cruciali sono perciò l'esperienza del cliente e l'abilità nel renderla il più possibile fluida e personalizzata (e personalizzabile). Eccone alcune tra le principali applicazioni elencate di seguito.

 


 

L'essere umano e la sua privacy al centro del Web

Un tema centrale, e molto caldo, del 2018 che ci attende a livello europeo è l’introduzione del nuovo regolamento della privacy, già da un po’ legge ma che entrerà a tutti gli effetti in vigore il 25 maggio 2018. Sarà fondamentale che le aziende si dimostrino preparate, non tanto per quella data, ma che siano consapevoli del viaggio che avrà inizio da quel momento. Certamente si renderà necessaria una piccola riorganizzazione aziendale, per chi non l’avesse già messa in atto, nell’ottica di acquisire, gestire e conservare correttamente i dati. Anche se, come afferma Forrester, l’80% delle aziende probabilmente non sarà a norma entro maggio, è consigliabile invece prepararsi al meglio e chi coglierà le opportunità che porta con sé potrà beneficiare di una relazione con il proprio utente/cliente sicuramente più sincera e trasparente.

 

Conversazioni sempre più autentiche e in real time

Sempre nell’ottica di avere un dialogo più profondo e autentico con i propri utenti, un grande trend per il 2018 sarà certamente la live chat. Certamente non una tecnologia rivoluzionaria (infatti è disponibile online già da molto tempo), la live chat consiste in una piccola finestra posta su una o più pagine di un sito che l’azienda ritiene fondamentali. Generalmente posta sull’angolo in basso a destra, permette di parlare con un operatore ed è particolarmente utile in quei servizi che hanno necessità di offrire un servizio post-vendita. L’uso della live chat ha conosciuto un aumento esponenziale negli ultimi anni e la ragioni, dal punto di vista aziendale, sono molte. La live chat contribuisce anzitutto ad aumentare il tempo di permanenza su di un sito e di conseguenza le possibili conversioni. Questo perché, ad esempio, se un utente ha dei dubbi su di un prodotto, l’approccio umano attraverso la livechat può contribuire a fornire informazioni sul prodotto stesso e aumentare la fiducia percepita. Grazie quindi a una migliore user experience, la live chat aumenta le vendite tramite e-commerce e, anche in caso di mancato acquisto, produce lead molto più caldi e qualificati. Infatti, la live chat è la seconda fase del processo di acquisizione inbound e permette all’utente di mettersi in comunicazione con uno dei reparti cruciali dell’azienda proprio all’inizio della relazione. Ecco perché scegliere la live chat e sostituirla al form di richiesta informazioni è un passo vincente per chi decide di impostare la propria strategia web nel 2018. 


Conversazioni più reali... con l'intelligenza artificiale


Per adattarsi sempre più alle esigenze del cliente, facilitando l’approccio con l’azienda in ogni modo possibile, uno dei trend che vedrà un successo sempre crescente è la ricerca vocale. Grazie infatti alla diffusione di smartphone e device mobili, gli utenti hanno sempre più bisogno di ricercare informazioni in velocità e senza l’ausilio della tastiera. Parlare è estremamente più immediato rispetto a scrivere. L’aspetto cruciale per sfruttare al massimo la ricerca vocale è tenere a mente che quando parliamo ci esprimiamo in maniera molto diversa rispetto a quando scriviamo. Ecco perché è necessario pensare anche in ottica SEO a questo tipo di sviluppi e usare testi molto più conversazioni all’interno delle nostre pagine web.
Un altro trend che avrà un ruolo sempre più importante nello scenario web del 2018 e degli anni a venire ricalca sempre l’esigenza di una conversazione autentica tra brand e consumatore è rappresentato dai chatbot. I chatbot sono software completamente in grado di simulare un’interazione umana all’interno di una chat con un utente web. 
La direzione per il perfezionamento di questi strumenti è molto simile a quella che si dovrà intraprendere per la ricerca vocale: i chatbot dovranno diventare sempre più abili a interpretare e rispondere a un linguaggio di tipo gergale, quello che impieghiamo nel momento in cui conversiamo a voce.