vendere-su-ebay

 

Una persona ha l'opportunità di scegliere se vendere oggetti di sua proprietà usati o aprire un negozio virtuale online su eBay: in questo caso, è necessario procedere con la richiesta di ammissione come venditore non professionale o professionale. Ogni soggetto deve quindi scegliere il percorso da seguire per cogliere le migliori occasioni: vendere su eBay, al di là di vantaggi e svantaggi, costituisce senza dubbio un ambito competitivo, il cliente osserva i vari prezzi e i tempi di consegna delle offerte. Il venditore ha il compito di fare attenzione a ciò che pone in vendita: i prodotti devono essere di buona qualità, descritti in modo comprensibile e includendo le parole chiave, i prezzi devono essere buoni e le foto di qualità.

Quali sono vantaggi e svantaggi del vendere su eBay?

EBAY è stato ideato il 3 settembre 1995 da Pierre Omidyar e in Italia ha cominciato a diffondersi a partire dal 2001; si tratta di un sito di vendita e aste online, “una piattaforma web (marketplace), di fatto molto simile ad un sito di e-commerce, che offre ai propri utenti la possibilità di vendere e comprare oggetti sia nuovi sia usati, in qualsiasi momento, da qualunque prestazione Internet e con diverse modalità, incluse le vendite a prezzo fisso e a prezzo dinamico, comunemente definite come “aste online”” (fonte: Wikipedia). Quando si decide di vendere su eBay è richiesta la registrazione gratuita nel sito web e la creazione di un account. Una volta effettuata la registrazione, è sufficiente collegarsi al sito e accedere con le proprie credenziali. Per procedere con la vendita, si deve cliccare sulla voce “Vendi”, aggiungere una breve ma completa descrizione dell’articolo che si desidera vendere e selezionare la categoria merceologica più opportuna a cui associare l’oggetto. Il passaggio successivo richiede l’inserimento di una foto del prodotto, la scelta del prezzo e delle modalità di spedizione della merce. La vendita può avvenire tramite un’asta oppure in modo diretto, permettendo quindi al cliente di acquistare direttamente il prodotto.

Aspetti da considerare per vendere su eBay

Uno dei fondamentali vantaggi del vendere su eBay è che l’inserimento dei primi 50 articoli che vengono messi in vendita online è gratuito; per ogni prodotto inserito successivamente è prevista una tassa di inserimento che corrisponde a 0,35 euro. La commissione sul valore finale è pari al 10% del prezzo di vendita, che comprende Iva e spese di spedizione, ed è prevista per ogni elemento (sia quelli che vengono inseriti gratuitamente sia quelli a pagamento). Il limite di commissione per ogni bene è di 200 euro: nel caso in cui si raggiunga una vendita che supera il valore di 2.000 euro non si devono pagare spese aggiuntive. I siti web possono essere classificati a seconda del traffico registrato online: negli ultimi anni, eBay rientrava tra le prime dieci posizioni di questa classifica (si tratta di un riferimento esclusivo a siti in lingua inglese). Quando si procede con le vendite e si inseriscono le inserzioni direttamente sulle pagine eBay di un paese estero, si deve fare attenzione alla tariffazione specifica di ogni paese; in questo caso, si tratta di costi di mercato in quanto la vendita prevede un costo e eBay guadagna dalle commissioni.

Esistono diverse pagine online in cui vengono descritte le istruzioni per utilizzare eBay, ognuna delle quali deve essere considerata con attenzione: usare eBay non è difficile, l’inserimento di prodotti, inserzioni, descrizioni e foto è semplice e veloce da imparare. Nonostante questo aspetto, un venditore deve prestare attenzione alle azioni che deve eseguire. eBay è un negozio online in cui il rapporto tra compratore e venditore è diretto, e molto probabilmente è sbilanciato a favore di coloro che acquistano. Il venditore deve quindi fare attenzione ad ogni passaggio durante la vendita per evitare di commettere errori: dovrebbe considerare la descrizione del prodotto, la quale deve essere efficace, contenere gli elementi essenziali che ogni consumatore vorrebbe sapere, come ad esempio la data di produzione, il brand, le dimensioni e le caratteristiche dell’articolo.