linkedin-premium

 

Linkedin...cos'é?

Ormai possiamo dire che la nostra vita privata è alla mercé di tutti grazie, e per colpa, del fenomeno web chiamato "social network". C'é chi è riuscito poi a conciliare l'enorme potenziale di questi nuovi colossi del web, con il mondo del business. Così nasce Linkedin, il social network aziendale e di business che permette ai professionisti del mondo di collegarsi, creare e collaborare tra loro. Creando il tuo profilo professionale su linkedin ti inserirai in una vetrina virtuale in cui potrai esprimere le tue idee imprenditoriali, le tue esperienze lavorative, le tue doti e i tuoi target e potrai fare in modo che il mondo le veda.


Quali vantaggi ha?

Linkedin è una vetrina mondiale in cui i professionisti si propongono come potenziali collaboratori, ma anche una vetrina dove sono le aziende stesse a ricercare i profili che più si avvicinano alle proprie esigenze. Linkedin è, praticamente, un curriculum per il mondo. Non solo, sovverte anche il canonico copione del lasciare curriculum per cercare lavoro. Potenzialmente, infatti, potrebbe essere il lavoro a cercare te. Esempio? Un'azienda è specializzata nella creazione di e-commerce? Bene, cercherà un profilo che sia specializzato in materia e sarà lei stessa a contattarlo, non il contrario. Non solo. Linkedin è una vera e propria rete in cui tutti i profili sono collegati tra loro ed instaurano dei rapporti. Ogni rapporto è poi registrato e commentato, offrendo al tuo profilo la possibilità di essere ben recensito da altri utenti.



Come iniziare?

Il primo punto per iniziare bene su linkedin è sicuramente raccontarti. Racconta chi sei, cosa fai e cosa offri. Sii utile, offri davvero qualcosa in cui ti ritieni competente e ferrato. Pensa a qualcosa di cui tu avresti bisogno e cercheresti e chiediti cosa tu potresti dare. Linkedin è la piattaforma social in cui c'è più spazio per parlare di se. Usate questa occasione e questa opportunità e distinguetevi. Linkedin, come detto, è un social network sul business, ma non dimentichiamoci mai l'aspetto social di questa piattaforma. Parlate di voi in modo originale. Anche quando affronterete le vostre esperienze lavorative, fatelo con un taglio diverso. 

 

 Metteteci del personale e, perché no, non tralasciate la parte emotiva. Siate originali e scrivete come effettivamente un'esperienza lavorativa vi abbia arricchito.Ci sono due modi di affrontare le piattaforme web, o in modo estremamente verticale su una specifica piattaforma, oppure posizionandosi bene su altre piattaforme e sfruttando i canali costruiti per deviare il traffico in altre piattaforme web. Una delle strategie migliori può essere quella che funziona solitamente in tutti gli altri social network ossia quella di tenere costantemente aggiornato il vostro profilo, preferibilmente con contenuti di qualità e materiale interessante. I social poi, si sa, sono virali.


Essere al top su Linkedin?

Condividendo spesso materiale di qualità comporterà che la gente non solo lo leggerà, ma condividerà e, con una reazioe a catena, molta più gente leggerà i vostri contenuti e comincerà a conoscervi e a cercarvi.

Un altro modo per non perdere tempo ed essere subito efficaci su linkedin è porsi degli obiettivi e domandarsi "perché ho aperto un profilo linkedin? Cosa cerco e che aspettative ho?". Questo è un ottimo metodo per la realizzazione di un profilo efficace. Stabilito questo arriverete a capire a che tipo di pubblico vi rivolgete. Ovviamente ci sono registri diversi di linguaggio e di scrittura in base al target di gente che si vuole raggiungere. Conoscendo questo canalizzeremo le nostre competenze su specifiche aree professionali e riusciremo ad essere più incisivi perché sicuri di colpire il tipo di pubblico che interessa a noi.

Altro piccolo trucco è mettersi dalla parte del "cliente-consumatore". Se io ho bisogno di qualcosa, dove e come la cerco? Ci sono sicuramente parole specifiche per ogni richiesta di mercato, le cosiddette keywords.

Tanto per capirci, sono le parole chiave che digitiamo su google quando abbiamo bisogno di trovare qualcosa. Siete ad esempio dei maestri del web? Inserite tra le vostre keywords di linkedin "sviluppo siti web". In questo modo verrete trovati con molta più facilità da chi effettivamente ha bisogno di voi.


Linkedin premium, conviene?

Dopo una microguida su linkedin, c'è da fare un discorso a se per i diversi tipi di account linkedin. Su linkedin, infatti sono presenti diversi tipi di account che potremo sintetizzare in account base e account premium.

Con l'account base, se così vogliamo chiamarlo, si riesce ad usufruire di tutti i servizi e le potenziali opportunità che questa piattaforma offre e di cui abbiamo parlato precedentemente. Sicuramente è la più indicata per i neofiti in materia, ma anche per chi fa un uso di linkedin più personale e meno intensivo di una grossa realtà aziendale. In realtà, poi, prima di poter passare ad un account premium, sarebbe meglio capire e conoscere a 360 gradi tutte le sfaccettature di linkedin che sono sicuramente molteplici.

Quando si sarà arrivati alla quasi completa onniscenza in materia si potrà pensare, allora, di passare ad un account premium. Perché? Beh, perché se siete una grossa realtà ci sono servizi che sicuramente faranno al caso vostro e potranno sicuramente agevolarvi. La possibilità, ad esempio, di contattare anche contatti non presenti nella vostra rete di amici. Si potranno inserire più filtri per le vostre ricerce ed ogni strumento presente nella versione basic verrà potenziato all'ennesima potenza. Insomma, linkedin è un mondo vasto e saperlo usare, oggi, potrebbe essere una bella freccia al vostro arco lavorativo.