pinterest-for-business

 

Le principali funzioni svolte da Pinterest

“Pinterest è uno dei social network basato sulla condivisione di fotografie, video e immagini. Pinterest permette agli utenti di creare bacheche in cui catalogare le immagini comunemente presenti nelle pagine web in base a temi predefiniti, o da loro generati. Il nome deriva dall’unione delle parole inglesi pin (appendere) e interest (interesse).” (fonte: Wikipedia). Questo social network permette agli utenti di cercare e visualizzare le immagini di prodotti di vario tipo e il cartellino del prezzo; è stato inventato per le aziende, in particolare per le attività che si basano sulla vendita di prodotti specifici, per le attività product-based che lavorano nell’ambito della vendita al dettaglio, come per esempio, l’arredamento, gli alimentari e la moda, oppure per le aziende di servizi. Tutte le aziende hanno la possibilità di utilizzare Pinterest per ottenere i migliori risultati, in quanto consente la vendita di prodotti; per questo motivo le aziende dovrebbero considerare l’idea di creare una propria pagina ufficiale. Si tratta dell’apertura di un account business che contribuisce alla realizzazione di un profilo professionale credibile: è possibile raggiungere i risultati desiderati, osservare le statistiche in modo regolare e adottare strumenti di analisi offerti da Pinterest per controllare e monitorare il numero delle persone che hanno visto i pin e il numero delle persone che hanno fatto “pin in”. Uno dei primi passaggi da seguire è la creazione del sito e la realizzazione di un piano editoriale; si deve procedere con l’impostazione dell’account, pensare e decidere quali azioni svolgere tramite il social network. Nel caso in cui si utilizzi Pinterest per la propria attività, si deve creare un profilo che contiene il nome aziendale e il logo. All’interno della pagina devono essere presenti parole chiave adatte, collegate alla propria attività, il link al sito web dell’azienda e agli altri social network collegati al profilo. Pinterest può essere collegato ed integrato anche con altre piattaforme social: è possibile aggiungere i pulsanti di condivisione di Pinterest alle altre piattaforme di social media. Si può inoltre indicare il cosiddetto “Richiamo all’azione” che può essere aggiunto a Facebook, LinkedIn, Twitter, YouTube e Google+. In questo modo, svolgendo tutti questi passaggi è possibile fare in modo che gli utenti seguano il profilo sui vari social network.

Cosa possono fare gli utenti all’interno di Pinterest?

Si deve eseguire la definizione del piano editoriale, eseguendo una ricerca sul contenuto che il cliente desidera vedere. La prima ricerca prevede l’utilizzo di parole chiave e di categorie sulla Dashboard; si possono creare le prime bacheche con un cliente ideale in cui si possono fornire indicazioni, si può contribuire alla risoluzione di determinati problemi e rispondere a domande o richieste di vario tipo. Le cosiddette “Bacheche di luogo” vengono consigliate nel caso in cui la propria attività abbia una sede fisica: all’interno di queste bacheche si possono trovare da una parte una mappa con le puntine che permettono di localizzare i pin e dall’altra la lista dei pin. La loro principale funzione corrisponde all’assegnazione di una posizione geografica ai pin; possono essere utilizzate per indicare i negozi che si vedono in vari paesi, oppure luoghi di città che si visitano. Pinterest offre la possibilità agli utenti di svolgere una serie di azioni: caricare, salvare, gestire, mettere in ordine diversi contenuti multimediali, come immagini e video, e collezionarli in bacheche che svolgono la funzione di contenitori. Si possono salvare singoli “pin” ad una delle tavole attraverso l’utilizzo del pulsante “Pin it”, su bacheche che possono essere presentate ed organizzate in base ad alcuni temi principali; in questo modo, le puntine si possono classificare e possono essere identificate senza difficoltà da altri utenti. Nella pagina principale si possono trovare i contenuti che vengono osservati e gestiti dagli utenti stessi.