google-adwords

 

Investire nel marketing online è indispensabile per attirare nuovi utenti sul proprio sito web, ma occorre farlo in modo oculato se si vogliono raggiungere gli obiettivi prefissati. AdWords è la piattaforma per la gestione degli annunci pubblicitari di Google che permette di raggiungere nuovi utenti in modo semplice e rapido. Per creare una campagna di successo bisogna prendere confidenza con lo strumento
Questa guida si propone di spiegare in modo semplice il funzionamento di Google AdWords affinché anche i principianti possano ottenere da esso il massimo rendimento e far crescere la propria attività grazie alla pubblicità online.

I vantaggi di AdWords

Quando un utente effettua una ricerca su Google, il motore di ricerca non mostra soltanto i risultati organici, cioè quelli non a pagamento che dipendono dalla pertinenza del sito web rispetto all'oggetto della ricerca, ma fa apparire anche altri risultati in alto o in basso della pagina: si tratta degli annunci a pagamento di AdWords. 
AdWords ha molti vantaggi, primo fra tutti quello di destinare gli annunci al target desiderato, in modo da raggiungere solo quegli utenti che hanno maggiori probabilità di diventare clienti, escludendo invece gli altri. Inoltre è accessibile anche alle aziende che hanno un budget pubblicitario limitato in quanto è l'inserzionista a decidere il budget minimo e si paga solo per i click ricevuti. Altro punto di forza è la possibilità di monitorare l'efficacia degli annunci e di apportare delle modifiche qualora fosse necessario ad ottimizzare i risultati.
Gli annunci di AdWords possono essere personalizzati con funzioni e formati in linea con i propri obiettivi di marketing, come il pulsante chiama o il formato video.

Come funziona AdWords 

Quando si crea una campagna in AdWords, bisogna definire un obiettivo di marketing (visita sul sito web, acquisto, compilazione modulo, chiamata o visita in negozio, ecc.), così sarà più facile scegliere le funzioni più adatte a raggiungerlo.Gli annunci possono essere pubblicati sulla rete di ricerca, nel qual caso appariranno accanto ai risultati di ricerca, su altri siti Google, come Maps, e sui siti web dei partner di ricerca di Google, oppure sulla Rete Display, a cui appartengono oltre due milioni di siti web. Se, ad esempio, si vuole raggiungere il maggior numero di clienti potenzialmente interessati ai propri prodotti/servizi, è consigliabile impostare come tipo di campagna "Rete di ricerca con selezione display"

Chi desidera che i propri annunci vengano pubblicati in una determinata area geografica, limitandoli nelle zone non interessate alla propria offerta, non deve fare altro che impostare l'opzione di targeting per località di AdWords.

Definire il budget giornaliero

A questo punto bisogna selezionare la strategia di offerta. Il tipo di offerta più scelto è CPC, o costo per click, che prevede il pagamento solo quando un utente clicca sull'annuncio. Generalmente, più alta è l'offerta, maggiore è la rilevanza degli annunci e la probabilità che vengano pubblicati in posizione di rilievo nella pagina dei risultati.
L'inserzionista può scegliere l'importo dell'offerta e modificarlo successivamente. Chi non ha tempo per dedicarsi alla gestione delle offerte, può scegliere l'opzione "Ottimizza i clic", raggiungibile dalla sezione "Strategia di offerta" della scheda "Impostazioni" della campagna da modificare, che consente ad AdWords di gestire le offerte ottimizzando il rendimento del budget pubblicitario.
Una volta scelta la strategia di offerta, è il momento di impostare il budget giornaliero, cioè la cifra che si è disposti a pagare mediamente ogni giorno. AdWords pubblicherà gli annunci fino al raggiungimento di tale budget.

Creazione degli annunci

Dopo aver selezionato le impostazioni realtive alla campagna, è il momento di creare il primo gruppo di annunci, ovvero uno o più annunci da organizzare intorno ad un insieme di parole chiave.
Il primo step per creare un annuncio è scegliere le keyword pertinenti, ovvero quelle parole o frasi che si ritiene possano essere utilizzate dagli utenti per cercare prodotti o servizi correlati alla propria attività. Supponiamo di avere un'attività che vende pasta: come parola chiave dell'annuncio AdWords si potrebbe utilizzare "pasta fresca"; in questo modo, quando un utente effettuerà una ricerca su Google con questa keyword o un termine simile, il nostro annuncio comparirà accanto ai risultati di ricerca o all'interno di siti web correlati. Bisogna anche scegliere la corrispondenza (esatta, a frase, generica o inversa).
È finalmente giunto il momento di scrivere il primo annuncio della campagna AdWords. L'annuncio dovrà essere coinvolgente e pertinente alla ricerca dei potenziali clienti, dovrà contenere la keyword nel titolo ed essere ottimizzato in modo da mettere in evidenza i vantaggi dell'offerta e la call to action. 
Una volta impostata la campagna pubblicitaria su AdWords, sarà necessario monitorare costantemente i risultati e apportare le dovute modifiche per migliorare il rendimento.
Se cerchi un team di professionisti che ti aiuti ad ottimizzare la gestione delle tue campagne su AdWords per migliorare da subito la tua visibiltà online, non esistare a contattare la nostra web agency Vicenza.