campagne-email

 

Negli ultimi anni abbiamo sostituito il messaggio e-mail con il Tweet o il like o Facebook Messenger, ma questo non significa che l’email sia un canale che ha perso rilevanza. Infatti, a causa del troppo “rumore” dato dai social media, si potrebbe dire che la posta in arrivo è diventata un pò il nostro luogo tranquillo tra tutto il caos che ci viene proposto.

Ecco perché, la creazione di campagne e-mail marketing efficaci sono ancora importanti. Ma c'è un problema; la maggior parte delle persone non sa come farle. Quindi, al fine di promuovere le migliori pratiche e aiutarti, torniamo alle basi e parliamo di come si costruisce una grande campagna e-mail, fin dall'inizio. Le persone sono bombardate da interruzioni, la pubblicità è ovunque, e anche se si potrebbe pensare che la tua promozione sia speciale, c'è una grandissima probabilità che per il tuo lettore sia uguale al resto che riceve. Questo è il motivo per cui è importante ricordare di utilizzare le buone maniere. Entrare nella posta in arrivo di qualcuno è come essere invitati a casa loro per la cena. Se ti chiedono di togliere le scarpe, lo farai rispettosamente. E' lo stesso con l’e-mail marketing, quindi prima di iniziare ricordati di essere sempre rispettoso verso il tuo prospect o cliente attivo.

Campagna E-mail Marketing; da dove partire?

Fase 1: Ottenere il permesso

Naturalmente, nessuna campagna di posta elettronica è mai stata costruita senza ottenere l'autorizzazione per iniziare, per cui prima dobbiamo concentrarci sulla costruzione di un elenco di posta elettronica autorizzato. Ci sono molti modi per farlo ovviamente. Alcuni preferiscono offrire qualcosa, mentre altri offrono semplicemente una newsletter o aggiornamenti del prodotto. Non posso dirti quale sia la risposta giusta o sbagliata in questo caso, ma posso dirti che è importante avere uno scopo chiaro quando si richiede un indirizzo e-mail. È qui che entra in gioco una forte Call to Action e la scrittura è molto importante. Cosa otterrò quando ti do il mio indirizzo email? Invierai Spam? Quante volte mi invierai una e-mail? Ottengo sconti? Ho ottenuto una prima prova per il tuo beta? Mi invierai offerte pertinenti o più spazzatura?

Questi sono le domande necessarie da farsi se vuoi avere successo nella fase 1.

 
 

 

 

Essenzialmente, ottenere whitelisted equivale a essere contrassegnato come un amico, e il modo migliore per ottenere questo è l'aggiunta alla rubrica del destinatario. Il modo migliore per farlo è fornire istruzioni per farlo in cima a ogni posta elettronica, in particolare sul ringraziamento iniziale e la prima email di follow-up.

Fase 2: Gestire le aspettative
 
L’e-mail marketing è in gran parte basato sulle aspettative. Se la tua call to action è efficace e l’offerta che ne consegue è coerente, puoi contare su risultati positivi. Se si promette di inviare una e-mail a settimana e invece le invii ogni giorno, si stanno già mettendo le basi per il fallimento. Ecco perché il primo follow- up è cruciale per il successo dei vostri sforzi di e-mail marketing. Quasi tutti i provider di servizi di posta elettronica ti offrono l'opzione di creare una sequenza di autoresponder ed è indispensabile che tu ne approfitti. L'email iniziale di follow-up dovrebbe essere inviata immediatamente come un modo per presentarti e specificare cosa intendi fare con l’indirizzo di posta elettronica del nuovo iscritto.
 
Fase 3: Segmentazione e Analisi
 
I tre dati più importanti sono l’open rate (percentuale apertura), il tasso di clic (CTR) e le sottoscrizioni. Il tuo Open Rate è una metrica che ti segnala quanto bravo sei stato a costruire il tuo rapporto; se il numero è basso, significa che le persone hanno iniziato a non guardare più le tue e-mail, il che significa che è necessario lavorare più a fondo per fornire valore e / o gestire le aspettative. Se il tuo CTR è basso, significa che il tuo messaggio non è abbastanza mirato.Naturalmente la variabile chiave qui è "prestare attenzione".
Se non sei a conoscenza del termine, la segmentazione è la suddivisione della tua lista di email in gruppi più mirati. Alcuni clienti desiderano sia aggiornamenti di prodotti che di vendita, mentre altri potrebbero solo desiderare di ascoltare informazioni. Se non si dà loro la possibilità di scegliere, si rischia di perderli tutti insieme. In conclusione è essenziale pianificare una strategia per una campagna di marketing efficace.