come-inserire-un-link-nofollow

 

Uno degli aspetti di fondamentale importanza per la SEO è la gestione dei link inseriti negli articoli o pagine e la gestione dei link che rimandano ad altri siti. Esistono quindi tre tipologie di link: Interni, Esterni e backlink (link che riportano al sito) per ognuna di queste è possibile indicare allo spider di Google di non "seguire" (dare importanza) ad un determinato link, ed è proprio questo il senso dell'attributo NoFollow. Ma quindi come inserire un link NoFollow nei vari cms e come farlo da codice? Scopriamolo nel seguente articolo. 

Ma innanzitutto: cos'è un link NoFollow?

Partendo dal presupposto che proprio perchè il web si basa sui link, una pagina web o un articolo che non ha al suo interno link esterni, non rispetta la buona norma SEO. L’algoritmo dei motori di ricerca, infatti, è in parte basato proprio sull’analisi dei link. Dal momento in cui una pagina non presenta link che riportano ad essa, non verrebbe indicizzata dai motori e non sarebbe ricercabile da nessun utente. Bene, detto questo... facciamo il nostro lavoro di inserimento link ed abbiamo il nostro blog con link esterni nei nostri articoli e quindi teoricamente il nostro sito è Seo-Friendly...ed arriva la nota dolente… Non tutti i link sono positivi.
Ma ci arriva in soccorso il nofollow… Grazie a questo attributo diciamo ai motori di ricerca di “non seguire il link”.

Perchè inserire un link NoFollow?

Nel momento in cui inseriamo un link che punta ad un altro sito web, dobbiamo essere sicuri che il sito a cui stiamo linkando presenti contenuti di valore. Come fare per capire se un sito Web è autorevole e se linkarlo ci porta beneficio?

Facciamoci un po’ di domande:

  • - L’utente che atterrerà sul sito linkato troverà delle informazioni utili al fine di completare quello che ho proposto io sul mio sito?
  • - La sua esperienza ed il suo percorso lo faranno tornare sul mio sito?
  • - Il contenuto a cui sto linkando è pertinente con quello di cui ho parlato io sul mio sito?

Se, dopo un’analisi accurata, risponderete si a tutte e tre le domande, non potete che aspettarvi effetti positivi sui motori di ricerca e sul traffico verso il vostro sito. Nel caso invece quanto detto sopra non abbia un riscontro positivo ma dobbiamo forzatamente inserire dei link esterni come può essere un banner pubblicitario è il caso in cui utilizzare l’attributo rel=”nofollow”.

Come inserire un link NoFollow... da codice!

La possibilità di inserire i link NoFollow è stata data proprio per impedire ai bot di seguire i singoli link su una pagina ed effettuare un controllo mirato. Invece di indicare, come si faceva precedentemente, di non seguire tutti i link dell’intera pagina, con l’utilizzo di questo attributo puoi indicare ai robot di non scansionare un determinato link.

Ad esempio per inserire l'attributo NoFollow su una parola va aggiunta la dicitura rel="nofollow" come da seguente esempio per la parola "segui":

 <a href="http://www.miosito.it" rel="nofollow">segui</a></p>

Come farlo con Wordpress

Per inserire l’attributo rel=”nofollow” utilizzando Wordpress, è necessario andare in visualizzazione modalità testo e inserirlo a mano via codice html. L’alternativa è quella di utilizzare dei plugin che inseriscano l’attributo nofollow. Ecco alcuni esempi: External Links e Wp External Links Utilizzando External Links alla voce Impostazioni e Collegamenti esterni, troverai queste opzioni:

  • - Elabora tutti i link in uscita, anziché solo quelli all'interno dei contenuti e dei widget di testo delle voci

  • - Aggiungi un'icona di collegamento esterno ai link in uscita. Puoi usare un attributo class = "no_icon" sui link per sovrascriverlo

  • - Aggiungi rel = nofollow ai link

  • - Apri i link in uscita in nuove finestre

  • - Attiva la funzionalità "autolinks"

  • - Domini / sottodomini che desideri escludere dall'elaborazione

Tra le funzionalità di Wp External Links troverai queste funzionalità:

  • - Gestisci collegamenti esterni e interni

  • - Apri i collegamenti in una nuova finestra o scheda

  • - Aggiungi "follow" o "nofollow"

  • - Aggiungi "noopener" e "noreferrer" (per sicurezza)

  • - Aggiungi icone di collegamento (icone dei caratteri: font impressionante, dashicons)

  • - Imposta altri attributi come il titolo e le classi CSS

  • - Scansione pagina completa (o solo post, commenti, widget)

Come inserire un NoFollow su Prestashop

Se il tuo sito si basa sul cms Prestashop puoi inserire il rel=nofollow sempre via codice oppure utilizzare dei moduli come per esempio SEO noindex,follow.

Di seguito le sue funzionalità:

  • - URL canonico per categoria, nuovo prodotto, i più venduti, impaginazione dei prezzi (? P = 1, p = 2 ..) per evitare contenuti duplicati per SEO

  • - Ottimizzazione dei risultati di ricerca per tutti i motori di ricerca

  • - Eliminazione dell'indicizzazione di massa per le pagine non necessarie

  • - Impostazione dell'opzione FOLLOW / NOFOLLOW per ogni pagina

  • - Impostazione dell'opzione INDEX / NOINDEX per ogni pagina.

  • - Impostazione delle opzioni INDICE & SEGUI per Categorie , Prodotti , CMS , Categorie CMS , Default e Moduli .

  • - Aggiornamento direttamente del file ROBOTS.TXT dalla configurazione del modulo.

I link NoFollow su Magento

Se utilizzi Magento per impostare il nofollow su un solo link come per prestashop e wordpress puoi utilizzare il codice, quindi all’interno di una pagina aggiungere l’attributo in corrispondenza del link oppure ci sono alcune alternative come CreareSeo, modulo gratis con tante altre funzionalità