10-regole-oro-email-marketing

 

Partiamo dal presupposto che la gestione dell'mail marketing è una delle tecniche di marketing digitale "da fare" di oggi.

Sviluppa una strategia di email marketing

L'email marketing non è propriamente marketing senza una strategia in atto. Poniti alcune domande prima di iniziare a scrivere le e-mail  che ti aiuteranno a guidare la tua strategia. Esempi di alcune domande sono:

  • Perché sto inviando questa email?
  • A chi sto inviando questa email?
  • Quanto spesso pianifico di inviare e-mail?
  • Quali sono i miei obiettivi per questa email?

Se le risposte a queste domande ti bloccano, non dovresti inviare alcuna email finché non sai esattamente da dove partire.

Ecco 10 regole d'oro dell'email marketing e su come ottenere il massimo da questa potente strumento:

1.Sii breve

Nessuno vuole aprire un messaggio e-mail ed essere sommerso da infiniti blocchi di testo. I messaggi di posta elettronica sono pensati per essere facilmente digeribili e mirati, quindi smetti di inviare papiri quando sarà sufficiente un semplice riepilogo diviso per punti !

Quanto è breve abbastanza breve? Idealmente, i messaggi non dovrebbero essere più lunghi di 500 parole, a meno che tu non abbia diversi punti importanti da coprire.

Tuttavia, ciò che è ancora più importante della lunghezza è il modo in cui formatti i tuoi messaggi. Per mantenere le cose a posto, limitare il testo e utilizzare le funzioni di formattazione (come punti elenco, testo in grassetto e titoli), aiuteranno i destinatari a elaborare il messaggio in modo chiaro.


2.Rendi i tuoi messaggi compatibili con i dispositivi mobili

Aggiungi te stesso alla tua mailing list e poi guarda se il prossimo messaggio che ricevi dalla tua lista può essere letto facilmente in un ambiente mobile. In caso contrario, agisci per rendere i messaggi più compatibili con i dispositivi mobili. Al giorno d'oggi, quasi tutti usano uno smartphone per leggere la posta elettronica, quindi se le tue informazioni sono intrappolate in un modello di email che non viene visualizzato correttamente, hai sostanzialmente sprecato un prezioso alleato. Se invii solo messaggi di solo testo, probabilmente è tutto ok. Ma se usi i modelli HTML per migliorare l'aspetto dei tuoi messaggi, assicurati che il tuo programma di gestione della posta elettronica ti permetta di offrire una versione diversa per dispositivi mobili ai lettori che stanno aprendo le tue email sui dispositivi mobili.

3.Segmenta le tue campagne e-mail

La segmentazione della posta elettronica è uno degli aspetti più importanti della tua strategia di marketing. Senza di essa, potresti anche inviare le tue email direttamente a una casella spam.

La segmentazione arriva dopo che hai creato una solida lista di abbonati email.

La segmentazione degli elenchi in base ai dati demografici può fornire informazioni sui tuoi lead, come i loro interessi, i loro bisogni e le preoccupazioni che saranno particolarmente utili quando inizia il percorso dell'acquirente.

Ricorda che le campagne email segmentate hanno una percentuale di apertura superiore del 14% rispetto alle campagne non segmentate.

Crea i tuoi segmenti in base ai comportamenti degli utenti analizzando i diversi modi in cui i nuovi membri vengono aggiunti alla tua lista email. Se, ad esempio, ricevi nuovi abbonati da diverse posizioni, incluse quelle interne e esterne al tuo sito web, potresti trovare utile segmentare l'elenco in base all'origine specifica da cui ha origine un nuovo iscritto.

La dimensione relativa di ogni lista potrebbe dirti molto sulle fonti di riferimento che stanno funzionando meglio con il tuo pubblico. Inoltre, una volta che hai iniziato ad aggiungere nomi e indirizzi e-mail al database dell'abbonato all'interno del tuo programma di gestione dell'elenco di e-mail, puoi creare ulteriori segmenti di mailing in base ai filtri che definisci.

Così facendo, potresti creare segmenti che contengono solo le persone che hanno acquistato i tuoi prodotti o quelli che ti aprono tutti i messaggi, entrambe le quali sarebbero ottime opportunità per inviare offerte promozionali mirate a coloro che hanno dimostrato fedeltà altuo marchio .

4.Investi nel software di automazione del marketing

Dopo aver sviluppato una solida strategia di email marketing, il prossimo step per far crescere il tuo business è investire in software di automazione del marketing. Esistono soluzioni professionali e software gratuiti fino a un certo numero di iscritti come Mailchimp. L'automazione del marketing ti consente di creare e-mail personalizzate che possono essere inviate in momenti specifici, ad esempio quando qualcuno si iscrive alla newsletter o scarica offerte di contenuti premium.

L'automazione del marketing ti dà anche la possibilità di vedere come i lettori interagiscono con i contenuti che li invii. Puoi visualizzare le percentuali di clic e le tariffe aperte per qualsiasi email per aiutarti a determinare quali aspetti della tua campagna funzionano e quali no.


5.Fai un refresh regolarmente delle tue mailing list

E dal momento in cui  la maggior parte dei programmi di gestione della posta elettronica ti addebita il numero di e-mail complessive inviate, è fondamentale dedicare il tempo ad aggiornare regolarmente gli elenchi per rimuovere gli abbonati inattivi e contenere i costi.

 

Per fare ciò, accedi ai tuoi elenchi di abbonati e usa le funzioni di ricerca avanzate del tuo programma di gestione della posta per trovare abbonati che:

  • Non hanno aperto un messaggio da una certa data (ad esempio, negli ultimi due mesi)

  • Sono stati aggiunti alla tua lista prima di quella stessa data (per impedirti di eliminare gli abbonati che non sono stati nella tua lista abbastanza a lungo da soddisfare i tuoi criteri di tasso di apertura)

Vai avanti ed elimina questi abbonati, dato che al momento non stanno aggiungendo alcun valore alla tua lista. In definitiva, se vogliono continuare a ricevere tue notizie, possono iscriversi nuovamente utilizzando il modulo sul tuo sito web.

 

6.Catturali con un buon oggetto

Se le tue e-mail non hanno un oggetto accattivante, è probabile che non vengano aperte. Pensa alla riga dell'oggetto dalle email che hai aperto di recente. Incorpora alcuni degli stessi metodi quando si creano le righe dell'oggetto. Ecco alcuni suggerimenti per aiutare:

  • Tenerlo corto

  • Non usare maiuscole. E’ come urlare

  • Rendere i lettori curiosi facendo una domanda.

  • Incentivo o offerta

  • Usa i numeri

7.Avere un modello pronto

Il tuo modello sarà il fondamento di tutte le tue e-mail.

Quando crei un modello, assicurati che includa:

  • Il logo del tuo marchio

  • Un titolo

  • Una chiamata all'azione

  • Pulsanti social media

  • Un pulsante di annullamento dell'iscrizione

  • Qualsiasi e tutti i collegamenti che sono rilevanti! (es. il tuo sito web, gli articoli che hai scritto)

8.Crea una copy persuasiva

Abbiamo detto quanto fosse importante avere una buona linea tematica, ma è altrettanto importante avere un corpo ben congegnato. Il titolo otterrà il tuo lettore, ma il contenuto è ciò che li manterrà attivi. Dovrebbe contenere informazioni che aggiungono valore alla vita del tuo lettore. Prenditi del tempo per riflettere su ciò che vuoi dire e su come lo vuoi dire prima di scrivere la tua email. Descrivi i tipi di contenuti che vuoi condividere con i tuoi iscritti e perché li troveranno pertinenti senza essere troppo prolisso. Riduci il tuo contenuto in modo che attiri i tuoi lettori invece di far brillare gli occhi.

Il vero potere della tua email risiede nel contenuto. Utilizza i tuoi elenchi segmentati e l'automazione del marketing per inviare e-mail con contenuti mirati agli iscritti. 

9.Non dimenticare di testare la tua email

Prima di inviare invia assicurati di testare tutti gli aspetti della tua email. Non avrai una seconda possibilità di inviare una prima email. Prenditi il tempo di controllare che tutti i tuoi link funzionino. Se un abbonato fa clic sul link per visitare il tuo sito Web ed il link è rotto, c'è la possibilità che pensino che l'email sia sfuggita allo spam e ti cancelli. Inoltre, poiché la maggior parte delle persone controlla le e-mail sui dispositivi intelligenti, è importante sapere come apparirà la tua e-mail ai lettori mobili e desktop.

10.Esiste un "Momento giusto"

Quando si tratta di inviare e-mail, c'è un momento giusto e un orario sbagliato. Utilizza l'analisi per determinare a che ora i tuoi iscritti sono più reattivi. Determina se le tue e-mail verranno inviate su base giornaliera, settimanale o bisettimanale. Ma fai attenzione a non inondare i tuoi abbonati con le e-mail.

Se sei in grado di accedere al monitoraggio, fai attenzione se il tuo pubblico tende ad essere più attivo al mattino, al pomeriggio o alla sera. Quindi, applica questa conoscenza alle spedizioni future per assicurarti che i tuoi messaggi raggiungano i tuoi iscritti quando sono più coinvolti nel mondo digitale.

Leggi anche l'articolo sui 3 errori più comuni per l'email Marketing