Alessandra Scortegagna

Alessandra Scortegagna

10 errori social che danneggiano il Brand

Tempo di lettura: 4 minuti

Per un utente privato, un social media può essere uno strumento di divertimento, ognuno è libero di pubblicare quello che vuole, come vuole, ovviamente nel rispetto delle linee guida di facebook.

Per un’azienda invece i Social sono strumenti ormai fondamentali di comunicazione. Per un brand, i social media sono dei campi di battaglia dove se si segue la giusta strategia si possono guadagnare tonnellate di nuovi fan/clienti ma dall’altra parte facendo troppi errori si può perderli per sempre. Anche se alcuni di questi errori possono sembrare innocui, tutti hanno il potenziale per rovinare la vostra reputazione online.

Vediamo quali sono i 10 errori social più comuni che possono danneggiare il vostro brand:

1. Pubblicazione incoerente

Questo può accadere per una serie di motivi. Forse non avete abbastanza tempo da dedicare al Social Media marketing o non fate uso di uno strumento di pianificazione. Forse il vostro entusiasmo per la Strategia Social è altalenante. In ogni caso se i tuoi post sono incoerenti in termini di quantità e tipo di messaggio, potete scommettere sul fatto che i vostri fan se ne sono accorti. Se gli utenti non sanno cosa aspettarsi da voi, non vi seguiranno a lungo. Il vostro programma non deve essere rigoroso, ma almeno solido e coerente.

2. Utilizzare una voce incoerente

Questo è problema affrontato dalla maggior parte delle aziende che si affidano a più persone per gestire un singolo account, ma può essere superato in modo relativamente facile. Identificate le caratteristiche chiave di come la comunicazione del vostro Brand viene gestita (come formalità e il vocabolario), e usatele come base per qualsiasi collaboratore gestisca i social per il vostro marchio.

3. Vendere costantemente

Sì, i social media sono anche strumenti utilizzati per ottenere più vendite, ma non fate l’errore di pensare che siano solo questo. Le persone usano i social media per soprattutto interagire con altre persone e brand. Se utilizzate i Social solo per fare pubblicità ai vostri prodotti, potreste risultare freddi, avidi, e potrebbe essere anche ingannevoli, compromettendo la vostra reputazione del tutto. Promuovete i vostri prodotti e servizi di tanto in tanto, ma la maggior parte della vostra strategia dovrebbe essere incentrata sulla costruzione di relazioni sociali.

4. Usare risposte stereotipate

Ogni volta che qualcuno fa una domanda sui social media, la maggior parte dei brand  risponde sempre con lo stesso messaggio, come “si prega di contattarci alla nostra e-mail per maggiori informazioni” Questo tipo di risposta prestabilita può far risparmiare del tempo, ma potrebbe ledere la vostra reputazione facendovi sembrare una sorta di robot, insensibili. Prendetevi il tempo per scrivere messaggi personalizzati a tutti i vostri fan.

5. Spam

Non inviate messaggi o pubblicate contenuti che potrebbero essere percepite come fastidiose dai vostri fan; per esempio inviare troppi messaggi al giorno, postare lo stesso messaggio più volte, o mandare messaggi privati ai singoli utenti contenenti messaggi pubblicitari non è propriamente una mossa saggia. Chiedetevi cosa vi aspettereste voi di ricevere e che tipo di messaggio risulterebbe prezioso per voi Sarebbe questo messaggio sia prezioso per voi?

6. Fare batture inadeguate

L’ Umorismo non è solo accettabile, sui social media; si tratta di una strategia favorevole. Un pò di senso di Humor dimostra personalità e avvicina i tuoi fan. Tuttavia, non tutti gli scherzi sono accettabili, e c’è una linea sottile tra ciò che è considerato appropriato e inappropriato. Fai attenzione e se hai dubbi su questo punto, non pubblicare.

7. Richiamare un Trend fuori contesto

Gli hashtag non vengono usati solo su Twitter ma ormai spopolano su ogni Social network. Sono una sorta di etichetta che se richiamata raggruppa tutti i post dove è presente. Ora potrebbe sembrare una buona idea approfittare di un hashtag trend o di un argomento in voga sui social media per aumentare la visibilità, ma bisogna stare  attenti a come lo si usa.

Ci sono tanti casi in cui il significato dell’hashtag non era stato compreso pienamente ed è stato usato a sproposito, facendo apparire ignorante l’azienda o nel peggiore dei casi comunicando la sensazione di sfruttamento di un a particolare sensazione.

8. Risultare insensibile

Fate attenzione a quali argomenti scegliete. Parlare di un argomento delicato troppo presto o in un modo che potrebbe sembrare di sfruttare la situazione (come ad esempio rispondere ad una tragedia nazionale con una vendita) potrebbe ledere profondamente la vostra reputazione. Lo stesso discorso vale quando si ignorano tutti gli utenti che hanno bisogno della vostra attenzione.

9. Ignorare i tuoi fan

Quando qualcuno vi pone una domanda, rispondete. Quando qualcuno si complimenta, ringraziate. Non aspettate mesi a rispondere ad un messaggio in bacheca, piuttosto lasciate perdere i social a priori. La rete richiede reattività nelle risposte. Questi sono principi fondamentali di interazione sociale responsabile e se li ignorate, perderete la fiducia dei fan, non solo da parte di chi avete ignorato, ma anche da tutti gli altri utenti che hanno assistito al confronto.

10. Mentire o dare disinformazione

Si potrebbe erroneamente postare qualcosa che contiene informazioni inesatte o fuorvianti. Le persone hanno una naturale diffidenza verso i brand, state attenti ai passi falsi, la fiducia subirebbe un duro colpo. Fate un doppio check per ogni messaggio prima che venga postato e verificate sempre tutte le fonti.

In conclusione il Social Media Marketing non è un gioco, non può essere improvvisato ma richiede molta attenzione e pianificazione strategica oltre a richiedere del tempo ma se ben attuato può portarvi innumerevoli vantaggi in termini di vendite e di Brand awareness.

Condividi se ti è piaciuto questo contenuto

Hai trovato interessante questo articolo? Se si condividi ed iscriviti alla nostra newsletter!

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Autore